Convegno sul mondo del coltello nella Roma dell'Ottocento

Sala Alessandrina , Palazzo della Sapienza (corso del Rinascimento, 40) - Archivio di Stato di Roma

ore 15,30 - 6 dicembre 2011 - convegno


Bono assai l'abbozzà, mmejjo er cortello
Storia romanesca del coltello

L'Archivio di Stato di Roma ospita martedì 6 dicembre 2011 alle ore 15,30 il convegno Bono assai l'abbozzà, mmejjo er cortello. Storia romanesca del coltello in occasione della presentazione dell'omonima pubblicazione de Il Cubo Editore che raccoglie saggi di Francesco De Feo, Elio Di Michele e Franco Russo, presentazione di Michele Di Sivo, prefazione di Marcello Teodonio.
Interverranno con gli autori Eugenio Lo Sardo, direttore dell'Archivio di Stato di Roma, Marcello Teodonio presidente del Centro Studi Giuseppe Gioachino Belli, Emanuele Coglitore.
Coordina Michele Di Sivo, letture a cura di Maurizio Mosetti.

Il volume indaga la storia del coltello partendo da Giuseppe Gioachino Belli, i cui versi racchiudono tutte le suggestioni letterarie, sociali e simboliche del mondo del coltello in relazione con la Roma dell'Ottocento. Poi, con l'appoggio alle fonti documentarie, è tracciato il percorso storico-tecnico del coltello in relazione alle trasformazioni avvenute nel tempo, attuate dagli artigiani soprattutto per sfuggire alle restrizioni della normativa emanata dallo Stato per reprimere e prevenire. La ricchezza della documentazione di cui dispone l'Archivio di Stato, dal XV al XIX secolo, da quella giudiziaria, denunce, processi e relazioni dei birri con i loro disegni di coltelli talvolta abbozzati talvolta straordinariamente dettagliati, a quella dei bandi e dei decreti, è tale da essere stata una solida base per la storia romana del coltello, con i documenti letti da molteplici punti di vista e con eterogenee competenze dalle quali è possibile valutare le progressive trasformazioni, le provenienze, le botteghe degli artefici.
Roma è al centro della ricerca, ma altri centri di produzione sono messi in luce, perché la storia del coltello è un continuo divenire, diversificato a seconda dei tempi e dei luoghi.
Ne è emerso un prezioso contributo, punto di partenza per ulteriori futuri studi.

In occasione dell'incontro sarà allestita negli spazi espositivi della Sala Alessandrina una mostra di coltelli d'epoca corredata dai disegni delle carte giudiziarie conservate nell'Archivio di Stato di Roma.


Per informazioni:
Archivio di Stato di Roma. Servizio manifestazioni culturali
tel. 06-68190830-95 fax. 06-068190871
e-mail:as-rm.mostre@beniculturali.it
http://www.archiviodistatoroma.beniculturali.it/