Presentazione del volume: "Forte Bravetta. Una fabbrica di morte dal fascismo al primo dopoguerra”

Sala Alessandrina , Palazzo della Sapienza (corso del Rinascimento, 40) - Archivio di Stato di Roma

ore 15,30/24 aprile 2013 - Presentazione volume

Presentazione del volume: “Forte Bravetta .Una fabbrica di morte dal fascismo al primo dopoguerra” di Augusto Pompeo

Il giorno 24 aprile 2013 alle ore15,30 l'Archivio di Stato di Roma presenta il volume di Augusto Pompeo, “Forte Bravetta. Una fabbrica di morte dal fascismo al primo dopoguerra” edizioni Odradek.

Dopo i saluti del prof. Eugenio Lo Sardo direttore dell'Archivio, interverranno lo storico Alessandro Portelli, SE Iztok Mirošič ambasciatore della Repubblica slovena,Carlo Santoro, Comunità di Sant’Egidio, Roberta Bartolozzi, Associazione Antigone, Paolo Masini, Consigliere di Roma capitale e Marco Lodi,  ANCFARGL Sezione Roma capitale.

Il volume ricostruisce le storie di coloro che persero la vita dal 1927  al 1945 sul terrapieno del Forte Bravetta, uno dei tanti forti militari collocati intorno a Roma a partire dalla fine del XIX secolo e tristemente noto per le condanne a morte che vi furono eseguite durante il periodo fascista e la Seconda guerra mondiale. I protagonisti delle storie raccontate sono oppositori e resistenti al fascismo e al nazismo, agenti segreti al servizio di potenze in guerra con l'Italia, collaboratori dei tedeschi e dei fascisti repubblicani o anche semplicemente persone accusate di delitti comuni. Le condanne considerate sono: cinquanta su sentenze emesse dal Tribunale speciale per la difesa dello Stato per punire presunti reati commessi in tutto il territorio italiano, molte delle quali riguardanti oppositori di lingua slovena e croata; settanta ordinate dalle autorità tedesche durante l’occupazione nazifascista di Roma; dieci a seguito di procedimenti celebrati da tribunali italiani e angloamericani, dopola Liberazione.  Perla realizzazione di questo volume l’autore ha fatto riferimento ad interviste ai testimoni di quei tragici eventi ed ha consultato le fonti documentarie, in prevalenza inedite, conservate presso l'Archivio di Stato di Roma: carte di polizia e giudiziarie, resoconti dei prefetti e dei questori.

Durante la manifestazione saranno letti brani tratti dai documenti originali che saranno visibili insieme ad altri in  un’esposizione allestita per l'occasione.

Per informazioni:

Archivio di Stato di Roma. Servizio manifestazioni culturali

tel. 06-68190832-95 fax. 06-068190871

e-mail:as-rm.mostre@beniculturali.it - http://www.archiviodistatoroma.beniculturali.it/