Roma nel '400

03/06/2009

ASR, Ospedale della SS.ma Trinità dei pellegrini, via del Pellegrino
Il volume Disegni sulla città nel primo Rinascimento romano: Paolo II di Anna Modigliani (editore Roma nel Rinascimento , 2009) esamina lo sviluppo del tessuto urbano di Roma determinato dal progetto assolutamente innovativo e sapientemente elaborato da e per papa Paolo II negli anni 1466-1467 . Grazie al confronto fra varie fonti d'archivio, in particolare dalle lettere degli ambasciatori forestieri presso la curia romana, e ripercorrendo le varie tappe della evoluzione della città dall’inizio del ‘400, il discorso si concentra sulle novità introdotte a Roma da Paolo II.
Alcuni capitoli trattano della piazza e del palazzo di San Marco, che si rivela non soltanto come la prestigiosa residenza cardinalizia, che il papa non volle abbandonare − per il suo pregio architettonico e per gli ingenti capitali in essa investiti − dopo l’elezione pontificia, ma anche come il fulcro di una nuova centralità della signoria pontificia nella città, fulcro che attrae, coinvolge e regola le funzioni di governo, finanziarie, mercantili, produttive e simboliche, anticipando, attraverso il rinnovato uso della via Lata, le strade rettilinee disegnate dal più maturo Rinascimento romano.